[Monte Cesen – Crep] L’Olt de Val d’Arc

L'olt de la Val l'arc
© Copyright 2018 Salvatore Stringari. L’olt de la Val l’arc

Titolo: Olt de Val d’Arc
Data: 20/1/2018
Cima: nessuna
Gruppo Montuoso: Monte Cesen
Cartina: Foglio 068 Tabacco Prealpi Trevigiane e Bellunesi M. Cesen Col Visentin
Segnavia: 4 c.a.i. + forestale bivio sentiero 3 c.a.i. + forestale bivio sentiero 5 c.a.i.
Tipologia sentiero: C.A.I. e Forestali
Difficoltà*: Sentiero Escursionistico (E)
Quota partenza: m. 927 S.l.m.
Quota da raggiungere: 1200
Dislivello: 273
Tempo*: 2 ore
Giro: Anello
Punti di appoggio: Al Boz Mel (BL)
Acqua, sorgenti: no
Località: Mel
Copertura cellulare: Si
Parcheggio/i: si
Partecipanti: Autori
Autore/i: Paola e Salvatore
Nota: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino, di progressione, movimento in ambiente alpino capacità di orientamento.

Premessa: oggi la giornata è nuvolosa, nel pomeriggio decidiamo per una breve passeggiata all’Olt de Val d’Arc, un monumento naturale al confine tra il comune di Mel (Belluno) e quello di Miane (Treviso). E’ un luogo che abbina bellezza naturale, storia e leggenda, il confine sulle Prealpi è stato anticamente fonte di lotte continue tra Bellunesi e Trevigiani, finalmente nel 1838 vennero decisi i confini e sull’arco di roccia vennero incise da entrambi i lati due lapidi per commemorare la pace.

L’escursione in dettaglio: da Belluno ci dirigiamo verso Mel e Villa di Villa, alla rotonda prendiamo a sinistra in direzione del “Castello di Zumelle” (l’unico maniero non distrutto dai Veneziani nel bellunese), al piccolo borgo di Tiago seguiamo le indicazioni per il rifugio “al Boz”, posto in posizione strategica e molto panoramica, che raggiungiamo dopo 4 km di stradina asfaltata in salita. Lasciamo l’auto nell’ampio parcheggio concesso gentilmente dal Gestore del rifugio Boz, purtroppo al momento chiuso per un grave lutto familiare. Qui prendiamo a destra il sentiero 4 segnato con tabelle C.A.I. La stradina-sentiero scende lungamente i versanti boscosi del Col Miels, ogni tanto vediamo i ruderi di case abbandonate, pascoli invasi dalla vegetazione, vecchi alberi da frutto oramai allo stremo delle forze fagocitati dalla vegetazione e enormi faggi piantati a loro tempo per far ombra alle abitazioni. Scendiamo fino alle casere di Val d’Arc a quota 815 m. s.l.m., abbiamo perso 112 metri, proseguiamo fino ad un bivio, la stradina proseguirebbe fino al Rifugio Bivacco Beta ma noi prendiamo a sinistra il sentiero CAI numero 3 che in modesta salita nel bosco ci porta fino all’Arc. Non è la prima volta che ci arriviamo, ma mai da sotto, da qui ci siamo avvicinati più lentamente e possiamo ammirare con calma l’arco di roccia naturale che spicca nel bosco recentemente ripulito e tagliato a dovere. Cerchiamo le incisioni sui due lati e le troviamo, sono alquanto rovinate ma per fortuna il testo è riportato in un cartello vicino.
Siamo a circa 1050 m. s.l.m. in una delle vallette del monte Crep, dopo un po’ di foto risaliamo fino alla strada forestale sentiero E7 “Alta Via Trevigiana” il bellissimo percorso che porta dal Monte Grappa al Cansiglio. Andiamo verso nord est per tornare al punto di partenza con un giro ad anello, a quota superiore di quello di andata. Camminiamo dapprima praticamente in piano sulla forestale in direzione Casera Canidi fino ad arrivare al bivio, tralasciamo la stradina che continua fino alle Malghe Canidi e prendiamo a sinistra il sentiero 5 del CAI che ci riporterà “al Boz”. Il sentiero è in discesa e in molti tratti ben ghiacciato, Paola per sicurezza mette i ramponcini per superarli in sicurezza. Passiamo vicino alle bellissime casere “Boz”, poste in posizione molto panoramica sulla pianura bellunese. Scorgiamo diversi paesi tra cui riconosciamo Carve e il Castello di Zumelle. Da qui altri pochi passi e siamo alla casera rifugio “Al Boz” che speriamo possa riaprire in futuro, ci siamo stati diverse volte e abbiamo mangiato dell’ottima pizza.
© Copyright 2018 By Salvatore e Paola.

I commenti sono graditi, scrivi il tuo

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.