263 [Marmolada Cime d’Auta] Bosch Brusà e Malga ai Lach.

lach
marmotta di Malga ai Lach © Copyright 2017 By Salvatore

Titolo: Bosch Brusà e Malga ai Lach
Data: 8-9-2017
Cima: Sass de La Palaza 2214 m.s.l.m
Gruppo Montuoso: Marmolada – Cime d’Auta
Cartina: 015 Tabacco
Segnavia: C.A.I.
Sentiero numero: 631 – 691 – traccia
Quota di partenza: 1415 m.s.l.m
Quota raggiunta: 2444 m.s.l.m
Dislivello: 1029 m
Tipologia sentiero: Escursionistico
Difficoltà: Facile
Tempo*: In giornata.
Giro: Anello
Punti di appoggio: Malga ai Lach (che consiglio), Malga Bosch Brusà (che non consiglio)
Acqua/Sorgenti: si
Località: Sappade, Meneghina, Barezze
Copertura cellulare: si
Parcheggio/i: si
Partecipanti: Paola, Salvatore, Annalisa, Piermario.
Autore/i: Salvatore e Paola
Note: * i tempi di percorrenza e le difficoltà variano in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino, abitudine.

Premessa: Anna e Piermario ci raggiungono da Fregona Agordina a Falcade, dove abbiamo parcheggiato il camper, insieme andiamo in auto al piccolo abitato di Sappade proseguendo per il parcheggio delle Barezze. Da qui parte questa lunga a bellissima escursione ad anello che per Malga Bosch Brusà, alle pendici del Col Becher (2444 m) lungo l’Alta Via dei Pastori, ci porterà a Malga ai Lach in un ambiente alpino di grande bellezza.
Sentiero 631 ore 1,5-2,00

L’escursione in dettaglio: dal parcheggio di Barezze imbocchiamo la strada pianeggiante fino al ponte di Barezze e la omonima bella cascata, da qui il sentiero inizia a salire inesorabilmente, giungiamo ad un bivio a Col Barezze 1451 m.s.l.m e andiamo a destra per il sentiero 631. Anche se facile è molto ripido e la forte pendenza non molla mai. Dopo circa 1 ora raggiungiamo la Malga Bosch Brusà, ma tiriamo diritto scoraggiati dal “grugno” dei proprietari non proprio invitanti. Ora continuando sempre in salita sul il sentiero 631 C.A.I. seguiamo le indicazioni per la Forca Rossa a sinistra fino a giungere in una conca verde che risaliamo fino a scollinare raggiungendo un bel punto panoramico. Successivamente ci dirigiamo verso la cima del Sass de La Palaza 2214 m.s.l.m, anche questo punto sarebbe molto panoramico ma oggi la nebbia non ci lascia godere appieno la magnifica vista, intravediamo la Forca Rossa, a tratti il Civetta, le Cime del Focobon, il Mulaz e i paesi del fondovalle. Tuttavia lo scenario che a volte si svela e a volte si nasconde è ancora più affascinante. Dopo una breve sosta panino scendiamo per la Val di Forca, ci sono bellissimi cavalli avellinesi al pascolo, raggiungiamo una strada silvo–pastorale e il prato pieno di tane di marmotte di Val Fredda, le padrone di casa sono all’erta ma non si spaventano della nostra presenza anzi gradiscono un servizio fotografico… In un lampo passano due bellissimi caprioli che scappano a gambe levate al limite del prato. Seguiamo a questo punto il sentiero 691 con pendenza moderata, per poi scendere attraversando Forcella Marmoi alla bella Malga ai Lach che raggiungiamo in circa 30 minuti. La Baita è molto ben curata e merita una sosta, prendiamo una birra e compriamo l’ottimo formaggio di malga. Da qui scendendo nel bosco raggiungendo il punto di partenza impiegando circa 4 ore… perché la presenza ad alta intensità di finferli ci tengono impegnati, solo ad ammirarli, naturalmente!

continua a leggere: Bivacco Molassa

© Copyright 2017 by Salvatore e Paola

I commenti sono graditi, scrivi il tuo

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.