[Blog] Il Temporale in Montagna

Di seguito si riportano Dal sito FB del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico. CNSAS alcune regole importanti da rispettare in caso di Temporale

Le sette regole consigliate dal Soccorso Alpino; In caso di temporale in montagna:

1. Evita la permanenza su percorsi particolarmente esposti, come creste o vette, evita di stare vicino a guglie e pinnacoli anche di altezza modesta: scendi di quota facendo attenzione al terreno scivoloso.
2. Resta lontano da alberi isolati e non cercare riparo dalla pioggia sotto di questi ultimi, specie se d’alto fusto o comunque più elevati della vegetazione circostante. Il bosco fitto offre parziale riparo, ma evita sempre di sostare sotto le piante più alte.
3. Accovacciati a piedi uniti evitando per quanto possibile il contatto con il suolo: siediti su uno zaino, una corda, del legno o rami secchi.
4. Tieniti alla larga dalle ferrate e dai percorsi di montagna attrezzati con funi e scale metalliche e da altre situazioni analoghe come in genere il materiale alpinistico.
5. Trova rifugio in un anfratto di roccia solo se asciutto, al riparo da possibili scariche di sassi, possibili in presenza di fenomeni violenti.
6. Evita di avvicinarti o appoggiarti a pareti con percolazione d’acqua.
7. Rifugiati se possibile in auto, lontano da ruscelli e torrenti che in pochi minuti possono assumere regime di piena, con porte e finestrini chiusi: è un luogo perfettamente sicuro in caso di fulmini.

Nonostante gli avvisi da parte di ARPAVMeteo TrentinoMeteo Friuli Venezia Giulia di forte pericolo di temporali violenti anche oggi si registrano morti e feriti in montagna sulle ferrate e sui sentieri questo mi amareggia  molto perché erano largamente previsti e annunciati forti temporali in quota e sulle Dolomiti.

By Salvatore

2 pensieri su “[Blog] Il Temporale in Montagna

  1. ciao Marco, io so che tutte le croci e i bivacchi sono con la massa a terra come le nostre case, personalmente cerco di non trovarmi mai in situazioni di pericolo o di dormire volontariamente in un bivacco in quota, che va usato solo in caso di emergenza, quindi adatto a proteggere l’alpinista da un fulmine. Per una risposta con certezza dovresti chiedere al soccorso alpino cnsas

    Liked by 1 persona

  2. Ho sempre “in canna” questa domanda a cui nessuno a saputo rispondere con certezza: se io mi rifugio in un ricovero (bivacco) sul cucuzzolo della montagna, che tipicamente è stato realizzato in modo che funzioni come gabbia di faraday, siamo sicuro che io resti completamente indenno ANCHE NEI TIMPANI?
    Cioè: ok la scarica elettrica, ma il botto non sarebbe assordante?

    E ancora: spesso quando c’è un ricovero sulla vetta c’è anche ,lì di fianco, una croce.
    Se il fulmine becca la croce il principio della gabbia di faraday funziona lo stesso?

    Mi piacerebbe domandarlo a qualche gestore di rifugi sulle vette, per esempio il rifugio Brioschi sulla Grigna. Sicuramente hanno questa esperienza.

    Il dubbio era inizianto quando avevo deciso di passare una notte all’avventura qui:

    Liked by 1 persona

Commenta qui:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...