[Alpi Feltrine Palmar] Eremo di San Mauro

san-mauro-5
Eremo di San Mauro

Titolo: Eremo di San Mauro in Monte
Data: 7/1/2017
Cima:—
Gruppo Montuoso: Alpi Feltrine
Sotto gruppo: Alpi Feltrine- Palmàr
Cartina: 023 Tabacco
Segnavia: sentiero delle chiesette pedemontane
Sentiero numero: nessuno
Quota di partenza: 680 m. s.l.m.
Quota da raggiungere: 1175 m. s.l.m.
Quota raggiunta:1175 m. s.l.m.
Tipologia Escursione: Escursionistico
Difficoltà: F
Dislivello: 495 metri
Tempo*: 1 ora solo andata
Giro: A/R
Punti di appoggio: nessuno
Acqua, sorgenti: si
Località: Campél Alto- San Gregorio nelle Alpi (BL)
Copertura cell.: Si
Parcheggio/i: si in paese
Autore/i: Salvatore Paola
Note: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino.

Premessa: facile e divertente escursione questa che Vi descrivo; è il 7 gennaio ’17 il freddo in questi giorni si fa sentire ma è inverno e la cosa strana non sta nel freddo ma nel fatto che non ha ancora nevicato. Siamo partiti senza una precisa idea strada facendo decidiamo per questa escursione, in questa limpida giornata  ci troviamo alle pendici occidentali del Monte Palmar -Tre Pietre.

L’escursione in dettaglio:
sono tante le frazioni del bellunese tutte piccolissime con la loro storia e vita vissuta che viene raccontata dai vecchi muri scoloriti e anneriti dal tempo, affiancati a case nuove e con i colori sgargianti. Noi raggiungiamo la Frazione di Cergnai e successivamente il piccolo agglomerato di Campél, qui troviamo un piccolo e comodo parcheggio, vicino la sede degli alpini (A.N.A.). Saliamo per ripida stradina asfaltata a Campèl Alto passando nei pressi di un maneggio (offre possibilità di giri in calesse o a cavallo) dove Paola ha avuto la sorpresa di ritrovare un’amica che non vedeva da anni. Dopo quest’ultima costruzione la strada diventa sentiero che si inoltra nel bosco, superando testimonianze di vita passata: troviamo alcuni capitelli, un’antica calchéra (forno per la produzione della calce) delle lapidi in memoria di persone precipitate (la prima è una donna) e decedute durante il duro lavoro in montagna, necessario alla sopravvivenza. Troviamo precise indicazioni, non sono quelle classiche del C.A.I. ma di privati o di qualche associazione. Dopo la teleferica al bivio prendiamo a destra il sentiero per la chiesetta, a sinistra si stacca il sentiero per le casere Noie, entrambi segnalati.  Un altro segnale è posto a circa mille metri di quota nei pressi di una lapide che ricorda un ventenne caduto da un sasso e morto sul colpo. La salita si fa sempre più ripida, a tornanti e sempre nel bosco, poi il sentiero diventa roccioso e in seguito cengia, molto sicura e larga, protetta da una staccionata. Altra lapide, stavolta un ex-voto il ringraziamento di un sopravvissuto alla caduta dal precipizio. Un altro tornante e in breve si raggiunge una sorgente d’acqua (oggi ghiacciata) e poi il sentiero sale ( altra lapide, più recente) fino al magnifico belvedere dove sorge la chiesetta in onore di San Mauro, monaco nato a Roma nel 512, seguace di san Benedetto. Da qui il Panorama sulla Val Scura sottostante, la Valbelluna e le Prealpi, davanti a noi il monte Pizzòch. Il ricovero accanto all’eremo è aperto, completo di libro di vetta e dà la possibilità di poter cucinare in occasione di feste o ritrovi, questa chiesetta è molto amata dagli abitanti dei paesi sottostanti. Più in basso, dall’altro lato della valle scorgiamo la chiesetta di San Felice, sopra il paese di Roncoi. Dopo aver ammirato e ricaricato le batterie si ritorna per lo stesso sentiero.
By Salvatore.

I commenti sono graditi. Lascia il tuo.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.