[Lagorai] Monte Cola

monte cola (25).JPG
Panoramica

Titolo: Monte Cola
Data: 18-07-2010
Cima: Monte Cola
Gruppo Montuoso: Lagorai
Cartina: 058 Tabacco
Segnavia: Traccia e sentiero c.a.i / s.a.t. 371
Tipologia sentiero: EE
Difficoltà: PD
Quota partenza: 1543 m.s.l.m.
Quota arrivo: M.Cola m.s.l.m. 2257 Hoabonti 2331 m.s.l.m.
Dislivello: 788 m.
Tempo*: in giornata 5 ore
Giro: Anello
Punti di appoggio: nessuno
Acqua, sorgenti: si
Località: Roncegno terme loc. Stallen Rifugio Serot
Copertura cellulare: np
Parcheggio/i: si
Partecipanti: Salvatore, Paola, Edoardo, e Sasha, Desy
Autore/i: Salvatore
Nota: * i tempi di percorrenza e le difficoltà sono in base alla propria preparazione psico-fisica e tecnico pratica, conoscenza del ambiente alpino.

Premessa: è un escursione alla ricerca di antiche tracce e sentieri non più in uso a ravanare su coste erbose rocciose
Domenica mattina 18 luglio 2010. Siamo un allegro drappello formato da escursionisti a due e a quattro zampe (io, Paola, Edoardo, e Sasha, Desy), inizia cosi quest’avventura per queste zone.
L’escursione in dettaglio:
Lasciamo la macchina nei pressi della località Stallen  a 1543 m.s.l.m. e ci incamminiamo verso il Lago delle Prese, che raggiungiamo in pochi minuti.
Di qui però il problema è scorgere la traccia e la  dorsale sud della montagna che dovrebbe, secondo le indicazioni, portarci fin su in cima al Monte Cola. Consultiamo la cartina ma i punti di riferimento non sono molti nel bosco, decidiamo quindi di andare a senso, e seguiamo delle tracce che si rivelano molto utili.
Usciamo finalmente dagli alberi ma scopriamo di essere più a sinistra e più bassi; recuperiamo quota ed arriviamo ad una croce e finalmente nella bella dorsale, spazzata da un vento freddo! Tra negritelle e giardini rocciosi naturali in breve tempo raggiungiamo la cima del Monte Cola, 2257 m.  da dove si gode di una vista strepitosa, per quanto guastata da banchi di nuvole e nebbia. Cerchiamo un punto riparato per uno spuntino e poi ci dirigiamo verso l’Hoabonti, 2331 m. che raggiungiamo percorrendo un sentiero che lambisce la cresta che separa la Val d’Alba dalla conca dei Sette Laghi, che ammiriamo dall’alto. La vista è bella e decidiamo di continuare verso il Passo della Portella, cullando l’idea di risalire anche il Gronlait.
Per arrivare al passo, però, perdiamo molta quota e, da sotto, la salita al Gronlait inizia a farsi scoraggiante.
Non è molto tardi ma ci sono nuvoloni cupi, per cui scendiamo lungo la bella Val Portella e torniamo al laghetto di partenza e, di li, alla macchina. Bella gita, senza un gran dislivello un po’ faticosa, soprattutto nella prima parte, per il fatto di dover procedere spesso nel fitto e senza riferimenti. Il paesaggio è maestoso e merita davvero, circondati come eravamo da tutte le tonalità del verde e del marrone del giallo dei fiori dal colore cioccolato delle negritelle!!
Grazie a Edo, per questa proposta anche Paola un grazie è stata una bella gita! e anche ai due quadrupedi che ci hanno accompagnati su e giù per le creste e le dorsali.
By Salvatore

I commenti sono graditi, lascia il tuo.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...