[Marmolada] Cima Ombrettola

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Cima Ombrettola

Titolo: Cima Ombrettola m 2922

Gruppo: Marmolada
Dislivello: 1440 metri in giornata
Data: 26/7/2009

Premessa:
Con Edoardo decidiamo la cima Ombrettola nel gruppo della Marmolada raggiungibile con l’autostrada passando da Ora (BZ) Cavalese Canazei Alba e Penia parcheggiando la macchina in un comodo parcheggio e gratuito alla funivia Campàc. Lasciata la macchina ci si inoltra nella valle del Contrin.
Escursione:
Saliamo a passo lento il primo tratto molto ripido della strada sterrata e sentiero SAT 602 che si inoltra nella valle del Contrin (la strada continua fino al rifugio). E passati per un caratteristico passaggio obbligato detto il “cancel” si apre ai nostri occhi la valle e il panorama che piano, piano diventa a 360 gradi.
Continuiamo sulla strada diventata pianeggiante e prativa tra cavalli e mucche di varie razze libere al pascolo.
Continuando a risalire la valle dopo aver passato un ponte di legno sul torrente Contrin arriviamo al rifugio in 1.30. Ci fermiamo per un te che la cameriera si affretta a farci pagare ancora prima di aver appoggiato le tazze sul banco… sarà una nuova forma di accoglienza?
Proseguiamo ora sul sentiero 607 S.A.T. val delle Cirele arrivando ad un bivio con il sentiero per forcella Paschè lasciatolo alla nostra destra ci inoltriamo a sinistra verso il passo Ombrettola. Salitolo tutto fino a sormontare una bastionata di rocce arriviamo al bivio per la cima Ombrettola incontriamo chiazze ancora vaste di neve.
Qui sul ghiaione ora sentiero 612 S.A.T. perdiamo un po’ di tempo a capire quale delle numerose tracce in parte coperte dalla neve seguire.
Intuisco la via più sicura e con Edoardo la seguiamo fino a raggiungere la cima sono le 13.00 quando raggiungiamo la cima e lo spettacolo che ci si presenta è indescrivibile a parole solo il cuore può capire. La parete sud della Marmolada la punta Penia dove intravediamo il piccolo rifugio e una parte del ghiacciaio della Marmolada.
Perdiamo un po’ di tempo tra strette di mano e complimenti, foto e pausa pranzo.
Riprendiamo la via del ritorno che sono circa le 14.30 raggiungiamo il rifugio Contrin dopo poche ore chiedo a Edoardo se gli va una volta ritornati sui verdi prati della valle delle Cirele di fermarci per riposare e ammirare ancora un attimo il panorama e le alte guglie che abbiamo davanti. Ci fermiamo quindi 15/20 minuti. Riprendiamo il cammino e siamo al Rif. Contrin alle 16 circa. Pausa birra.
Alle 16.30 siamo in cammino di nuovo e raggiungiamo Penia alle 17.15… e 1440 metri di dislivello.
Pronti a lasciarci alle spalle questa splendida giornata nel regno delle dolomiti. Per far rientro a casa e alle abitudini quotidiane.
Un ringraziamento va Edoardo Grazie
By Salvatore

Un commento

I commenti sono graditi. Lascia il tuo.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.