[Lagorai Cima d’asta] Il Monte Ziolera.

ziolera-stelune (127).JPG
L’Eterno (pino cembro) del Lagorai

Data 15/06/2008
Titolo: Monte Ziolera 2478 m. s.l.m.
Gruppo montuoso: Lagorai Cima d’Asta

Tentativo al lago delle Stelune, leggendo capirete perché >tentativo<.
Alla scoperta di un gruppo che non conosco, non ho mai frequentato il Lagorai (Lagorai cima d’asta) Escursione in solitaria partenza da Trento alle 8 circa passando per la statale della val di Cembra sino a Molina di Fiemme salita al passo del Manghen anche se un divieto ne proibiva l’accesso (non potevo ritornare indietro) comunque non c’erano problemi, il divieto credo riguardasse i giorni feriali per il taglio del legname… arrivo al passo del Manghen 2049 m dove parcheggio l’auto.
Prendo il sentiero 322 s.a.t. che mi porta in circa 30 minuti alla Forcella del Frate 2238 m. e su traccia molto evidente salgo sulla cima del Ziolera a 2478 m. Altri 30 minuti da dove scendo ancora per traccia evidente con giro ad anello a riprendere il sentiero 322 e in breve arrivo alla forcella Ziolera 2232 m. continuando su sentiero in discesa e attraversando il ghiaione arrivo alla forcella la Pala del Becco 2248 m. dove non ci sono indicazioni solo una scritta in rosso su di un sasso…  da qui valuto il meteo che già da un po’ tengo d’occhio. Sapevo che oggi non sarebbe stato clemente ma non volevo rimanere in casa e sono andato consapevole che avrei dovuto abbandonare l’escursione in qualsiasi momento e così è stato.
Le nuvole che da prima erano lontane e alte ora si fanno nere minacciose e molto vicine, basse e inizia a scendere qualche fiocco di neve. Decido allora di ritornare indietro rinviando l’escursione al lago a giorni migliori nel frattempo le nuvole si sono avvicinate di più e la nebbia ha avvolto tutto iniziando a nevicare con il vento che batteva forte ritorno verso il monte Ziolera il più velocemente possibile facendo a ritroso il sentiero appena fatto ma la neve e il vento hanno la meglio su di me sono stati più veloci… il rientro al passo del Manghen sotto una fitta nevicata fino alla quota di 2100 m. poi acqua fino al passo ha smesso solo quando sono arrivato a casa.
La mia intenzione era la cima del Frate sarà per la prossima volta.

By Salvatore.

5 commenti

  1. certo che non sei per niente fortunato ultimamente
     
    conosco il passo Manghen che di solito noi della "Valsugana" raggiungiamo dal lato opposto al tuo
    ovvero Borgo-Telve-Manghen….
     
    devo anche dire che è una zona poco soleggiata anche in stagioni più fortunate del 2008
     
    buona serata
     
    kiss
    Mauri

    Mi piace

  2. fitta nevicata? e invece qui nell\’appennino  c\’era solo qualche nuvolone che ogni tanto copriva il sole ,qualche colpo  di vento ma tutto sommato è stata un\’ottima giornata per le escursioni

    Mi piace

I commenti sono graditi. Lascia il tuo.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.