35 [Blog] Perché alpinismo, perché escursioni

Un pensiero sui perché dell’Alpinismo ed escursionismo.
Ho voluto creare questo spazio “interrogativo” per portare un esempio
anche ad altri del perché dell’alpinismo.
Gli alpinisti sono persone normali?
L’interrogativo si presenta non solamente perché l’alpinismo è una disciplina sportiva la cui pratica non rientra nella logica delle competizioni organizzate, ma anche, e soprattutto, perché agli occhi del gran pubblico la frequentazione dell’alta montagna rimane ai margini delle attività di tutti i giorni.
Alla gente normale gli alpinisti ispirano Stupore: “Io? non potrei mai, soffro di vertigini”.
Mistero: “Ma che cosa vanno a cercare in montagna”?
Incredulità: “Come fanno a restare attaccati a mani nude alla roccia?”
Qualche volta Disprezzo: “Bisogna ben essere sballati da qualche parte per andarsi a cacciare in certi posti!”
Si potrebbe scrivere una storia sui perché dell’alpinismo, ma qui ne riporto solo alcuni  a volte riportando le parole di alpinisti di fama internazionale.
C’è chi afferma, ed io lo condivido, che sia per cercare l’infinito,
oppure perché l’Alpinismo è un motore per la ricerca dell’avventura.
Alpinismo:
perché ho bisogno di contatto con la natura, quando un fragile fiore mi sorride sull’orlo di un precipizio, o una farfalla dai colori lievi mi danza attorno lassù tra il cielo e la roccia,
perché è ricerca della propria personalità,
perché sono stato lassù da bambino,
perché avevo uno zio alpinista,
perché voglio agire in questo modo,
perché voglio condividere con altri la salita, è un motivo che mi porta in cima,
perché voglio  scoprire nuovi orizzonti,
perché voglio ripercorrere i passi dei “vecchi”,
perché arrivare in cima dopo i pericoli scampati, le difficoltà superate mi dà un senso di gioia e libertà,
perché voglio sfuggire alla ristrettezza del quotidiano,
perché voglio il panorama più ampio possibile,
perché voglio guardare dietro di me mentre supero uno strapiombo,
perché voglio meravigliarmi dell’incanto del creato.
Alpinismo, come soglia di libertà.
Alpinismo, come bagaglio di valori per la vita.
Perché è una ricchezza da coltivare e da trasmettere,
perché mi porta a conoscere l’ambiente in cui vivo,
perché sicuramente Nostro Signore dopo la fatica di aver creato tutto questo si è ritirato in un angolo o in cima alla montagna e sedutosi su di un sasso per ammirarne il gran lavoro si è dato il perché di un così incantevole lavoro, ma a noi non è dato a sapere.
Perché diversamente non sarei soddisfatto di quest’attimo di vita che sempre vola, scivola via.
E se anche tu hai un tuo perché alpinismo, scrivilo.
© Copyright 2007 By Salvatore

I commenti sono graditi, scrivi il tuo

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.